Servizi

Terremoto Cina: Croce Rossa internazionale domani nel Sichuan

Da: “il Velino” Roma, 12 maggio 2008

“Al momento l’emergenza nel Sichuan viene gestita dalla sede locale della Croce Rossa cinese”. Lo ha spiegato al VELINO Quing Qui Gu, responsabile della gestione dei disastri della Cri di Pechino. “Sia perché è la loro area di competenza sia perché la zona e difficilmente raggiungibile dall’esterno a causa delle pessime condizioni in cui si trova il terreno. Domani, però, se le condizioni lo permetteranno e l’aeroporto della provincia sarà riaperto, andremo nel Sichuan insieme ad alcuni rappresentanti della federazione internazionale per fare il punto della situazione e per capire come intervenire.

Ci troviamo davanti a un disastro; i morti sono più di 8.500 e i feriti oltre 22mila”. “Siamo in attesa di conoscere i risultati di questa riunione, poi valuteremo se e come agire – ha aggiunto al VELINO Massimo Barra, presidente della Croce Rossa italiana – “Noi – ha concluso Barra -, siamo comunque disponibili a partire, appena ci verrà richiesto”. Comunque, un intervento della Croce Rossa italiana appare poco probabile, almeno per il momento. Sia perché le autorità di Pechino non hanno ancora richiesto aiuto alla comunità internazionale sia perché le emergenze di questo tipo solitamente sono gestite già da due strutture dell’organismo, in base all’area geografica in cui avvengono. Si tratta degli uffici di pronto intervento di Kuala Lumpur e di Dubai. Sono queste, se la situazione lo dovesse richiedere, le unità che interverrebbero.

,