Servizi

Milleproroghe: Barra, volontariato tra principi fondanti C.R.I.

Da: “ANSA” Roma 25 febbraio 2008

La Croce Rossa Italia è “la più grande Organizzazione di volontariato esistente in Italia” e il suo carattere volontario è “uno dei sette principi fondamentali” dell’organizzazione: così Massimo Barra, presidente nazionale della Cri, interviene nelle polemiche sull’emendamento milleproroghe approvato alla Camera. I volontari della Cri, afferma Barra, lavorano gratuitamente “con interventi a favore di milioni di cittadini vulnerabili, eleggendo democraticamente i propri vertici. Il carattere volontario della Croce Rossa, inoltre, è uno dei Sette Principi Fondamentali che i Governi in tutto il mondo devono rispettare se vogliono avere una Società di Croce Rossa o Mezzaluna Rossa sul loro territorio nazionale”.

“L’emendamento approvato alla Camera – argomenta Barra – non fa che riconoscere, anche se tardivamente, questo principio. Oltre a ciò, la Croce Rossa ha una caratteristica che non condivide in tutto il mondo con nessun’altra organizzazione, quella di essere ausiliaria dei pubblici poteri, ciò che la pone in un rapporto privilegiato di speciale vicinanza e sinergia con i Governi e le Pubbliche Autorità a tutti i livelli”. “Il fatto che in Italia la Cri sia riconosciuta Ente pubblico è – aggiunge – una ulteriore dimostrazione, utile e gradita ma non indispensabile, di quanto lo Stato riconosca importante l’associazione per la società italiana. Chi non conosce la realtà dei fatti farebbe più bella figura a documentarsi prima di esternare”.

,