Servizi

Manovra: Barra (C.R.I.), bene la delega a governo per riforma

Da: “ANSA” Roma, 21 giugno 2008

La delega al governo per riformare la Croce Rossa Italiana, come prevede la manovra del governo, “è un fatto positivo. Permette di semplificare l’iter”. E’ il commento del presidente della Cri, Massimo Barra. Presto – ha detto Barra – sarà pronta una bozza di riforma, che sarà presentata al governo, e sulla quale sta al momento lavorando una commissione, in stretto contatto con gli organismi internazionali della Croce Rossa. L’obiettivo è quello di eliminare dalla Cri l’eccessiva ingerenza dello stato, una situazione anomala nel panorama internazionale. “Il governo – ha affermato Barra – deve fissare i paletti di funzionamento della società nazionale, nel rispetto dei principi del movimento, e poi indicare le eventuali deleghe. Puntiamo ad una delegificazione e ad una sburocratizzazione”.

La situazione economica della Cri (all’inizio dell’anno vantava circa 60 milioni di crediti dalle istituzioni) è in miglioramento ma è ancora “disperata”. Di recente sono stati recuperati 30 milioni di euro dalla Regione Lazio. “Questi soldi – ha precisato Barra – danno fiato alle casse e permette di diminuire anche il peso degli interessi passivi”. Il presidente ha poi segnalato che anche il personale precario è in fase di stabilizzazione e che negli ultimi due anni e mezzo non è stato creata alcuna nuova situazione di precariato: “avere lo stesso organico, ed avere più lavoro, è un grosso sacrificio. Ma salva il posto di chi già lavora”.

,