Servizi

Georgia: Croce Rossa Italiana in pre-allarme

Da: “ANSA” Roma 9 agosto 2008

La Croce Rossa Italiana è in premobilitazione, è pronta ad intervenire nell’Ossezia del sud per inviare, se necessario, personale e materiale. Lo ha annunciato il presidente, Massimo Barra, sottolineando di essere in contatto con la Croce Rossa Georgiana. In queste ore a Tbilisi – riferisce Barra – si sta tenendo una riunione fra con la Croce Rossa locale, la Federazione internazionale della Croce Rossa e il Comitato internazionale della Croce Rossa (Cicr): “Appena questi organismi avranno un quadro preciso della situazione, la Cri sarà in grado di dare il proprio contributo.

Trattandosi di conflitto, la ‘leading agency’ spetta al Cicr a cui noi ci atterremo completamente. Siamo già premobilitati e siamo pronti ad intervenire”. “Sappiamo – aggiunge il presidente – che l’aeroporto di Tbilisi è chiuso. Un eventuale intervento umanitario dovrà passare via terra”. La Cri ha anche messo a disposizione dell’Unità di crisi della Farnesina proprio personale qualora si renda necessaria un’evacuazione di italiani dalla zona. Barra ricorda che appena un mese fa la Cri ha organizzato a Roma una conferenza stampa sulla situazione in Georgia (“si temeva quanto purtroppo è successo”) e di aver scritto al ministro Franco Frattini per sollecitare un intervento italiano: “il ministro ci ha risposto che seguiva da vicino la situazione”.

Barra esprime solidarietà alla Croce Rossa Georgiana e sottolinea che è appena rientrata una psicologa della Cri che era in missione per l’apertura a Rustasi, vicino la capitale, di un centro antidroga. “Speriamo che ora gli eventi non ritardino l’avvio del centro”.

,