Servizi

Estate: droga; Croce Rossa, risponderemo a chiamate emergenza

Da: “ANSA” Roma 13 agosto 2008

D’estate, quando le città si svuotano e le reti sociali si indeboliscono, i tossicodipendenti rischiano di più l’overdose. In caso di emergenza, i volontari della Croce Rossa Italiana sono disponibili ad intervenire. E’ così che il presidente della Cri, Massimo Barra, non solo rilancia l’appello a non abbandonare i tossicodipendenti in questi giorni, ma offre la propria collaborazione a chi ne avesse bisogno. “La Cri – dice – ha un network operativo 24 ore su 24 su tutto il territorio nazionale.

C’è la nostra disponibilità, in caso di emergenza, ad intervenire. La persone possono rivolgersi a noi”. “Il mio appello per i tossicodipendenti – spiega Barra, che è anche fondatore di Villa Maraini – è frutto dell’esperienza. Mi rivolgo soprattutto a chi ha in casa il problema: non deleghi ad altri il problema ma se ne faccia carico in prima persona”. Questo vuol dire “non assumere atteggiamenti isterici o aggressivi o di negazione. I tossicodipendenti vanno assistiti con pazienza, sono persone fra le più vulnerabili proprio a causa della loro dipendenza. Soprattutto – ci tiene a dire – vanno trattati con il rispetto dovuto alle persone che soffrono e che sono malate”. Fra le attività della Cri in programma per Ferragosto anche l’attenzione agli anziani e ai malati. I volontari stanno assicurando una presenza attiva anche nelle località turistiche, con presidi potenziati.

,