Servizi

Elezioni: Barra (C.R.I.), meno slogan e più attenzione al sociale

Da: “ANSA” – Roma, 13 febbraio 2008

Meno slogan nei programmi elettorali e più attenzione verso gli emarginati: è l’appello che Massimo Barra, Presidente della Croce Rossa Italiana, lancia ai leader degli schieramenti politici. “Una attenzione – sottolinea il presidente – che vada al di là degli slogan e delle promesse e si traduca in azioni concrete a favore di chi soffre e a sostegno di chi quotidianamente presta loro assistenza e soccorso. Chi si propone di guidare un Paese civile – aggiunge – deve riconoscere questa esigenza tra le prioritarie e farsene carico”. La Cri, presente in Italia con circa 200 mila volontari attivi in 1500 località – ha ribadito Barra – vanta da Enti Locali e Ministeri circa 50 milioni di euro di crediti: “In questi ultimi anni i trasferimenti di fondi statali alla Cri sono fortemente diminuiti: una situazione che deve essere affrontata e risolta in fretta per impedire che le nostre attività, in Italia e all’estero, siano pesantemente condizionate da questioni economiche”.

Barra segnala inoltre che dal 2000 il Servizio sociale internazionale (Ssi), fondata a Ginevra nel 1924 ed inizialmente presente all’interno della Cri (ora è autonoma) “è stata privata dei contributi ministeriali su cui aveva potuto contare e rischia di chiudere, nonostante ancora tratti oltre 3 mila casi sociali, segnalati nella quasi totalità dalla pubblica amministrazione. La Cri – conclude il presidente Barra – fa appello alle autorità di governo perché si adoperino in ogni modo per evitare l’ormai imminente chiusura dell’Ssi”.

,