Servizi

Croce Rossa: Barra, Corpo Militare sia equiparato ad Esercito

Da: “ANSA” Roma 3 gennaio 2008

Il Corpo Militare della Croce Rossa Italiana va equiparato al personale dell’Esercito italiano. Lo sostiene il presidente della Cri, Massimo Barra, che pone una questione che è ormai diventata – dice – “un obbligo morale verso i militari della Cri, l’unica categoria in Italia a non avere un contratto e a non godere di alcun adeguamento di carriera”. Il Corpo Militare dell’organizzazione di volontariato è al centro di un tavolo di lavoro che ha lo scopo di mettere a punto una riforma. In attesa delle nuove norme, i militari della Cri, a parere di Barra, “devono poter avere gli stessi stipendi e gli stessi avanzamenti di carriera dei colleghi dell’Esercito.

Questa mancata equiparazione è un’ingiustizia”. La questione è soprattutto economica: “servono risorse per equiparare gli stipendi e noi non possiamo far fronte a ciò con le nostre risorse. Speravo nella finanziaria – osserva il presidente – c’erano due emendamenti in tal senso che poi sono stati eliminati e il tutto è stato rimandato alla riforma. Equipararli rappresenta però ormai un obbligo morale”.

,