Servizi

Visita del presidente della Croce Rossa italiana nel distretto di Paghman

Da: “Adnkronos”; “Il Mascalzone”; Napoli.com”; “Vita.it” – Kabul 2 febbraio 2007

In occasione di una sua visita a Kabul il presidente della Croce Rossa italiana, Massimo Barra, ha partecipato ad alcune attività umanitarie svolte dal Contingente ed ha, tra l’altro, visitato 1’orfanotrofio femminile e una moschea. Barra ha utilizzato negli spostamenti elicotteri della Task Force “Pantera”, unità della Marina Militare schierata nel teatro afgano dalla fine di novembre scorso. Gli elicotteri utilizzati dalla Marina Militare sono gli AB 212 Eliassalto.

In concomitanza con la visita ha avuto termine una rilevante operazione umanitaria, denominata “Audace”, nel distretto di Paghman ad ovest di Kabul. Ne da’ notizia una nota di Italfor IV, il contingente italiano in missione in Afghanistan. Barra lasciando l’Afghanistan ha elogiato l’attività dei nostri militari e ha auspicato una sempre maggiore collaborazione tra il contingente e la Croce rossa italiana.

All’operazione, condotta dagli alpini del 7° Reggimento di Belluno, hanno preso parte anche i poliziotti di Paghman che hanno ricevuto un pick-up donato dal contingente italiano. Gli alpini durante questi due giorni hanno controllato l’area ed effettuato un’intensa attività cimic (cooperazione civile e militare): hanno distribuito quasi 14 tonnellate di cibo tra riso, fagioli, thè, farina, zucchero, sale ed olio. In totale sono state soddisfatte 170 famiglie distribuendo a ciascuna circa 80 chili di alimenti.

Oltre alla distribuzione di cibo, sono state effettuate anche visite mediche alla popolazione locale. Il team sanitario, composto da due ufficiali medici e da due infermieri professionali italiani, ha visitato circa 230 persone tra uomini, donne e bambini in una clinica medica di Paghman. La presenza di personale medico e paramedico di sesso femminile ha agevolato la visita delle donne afgane. Presso un orfanotrofio femminile sono stati distribuiti 46 scatoloni contenenti vestiti invernali ed estivi per bambine e donne. Materiale donato dalla Croce Rossa Italiana di Maniago (Pordenone).

Durante la visita, Barra – si legge in una nota – è stato ricevuto dal governatore del distretto e dal Consiglio degli anziani del villaggio, che hanno manifestato affetto verso l’Italia e i nostri militari. “Sono evidenti -ha dichiarato Barra – la considerazione e la gratitudine con cui la popolazione locale giudica l’operato delle Forze Armate italiane. Mi auguro che la Cri nell’immediato futuro possa fare anche di più di quanto finora realizzato in quel tormentato Paese”.

,