Servizi

MO: Gaza; C.R.I., evacuazione grazie a neutralità organismo

Da: “ANSA”; “Adnkronos” Roma 13 giugno 2007

L’evacuazione dei cooperanti italiani da Gaza è stata possibile grazie alla “neutralità” della Croce Rossa. Lo afferma il presidente della Cri, Massimo Barra, sottolineando che l’operazione che ha permesso ai cinque volontari di uscire dalla Striscia è iniziata alle 14 e si è conclusa con successo poco fa al valico di Eretz. “Ancora una volta – dice Barra -, si dimostra come la Croce Rossa goda, grazie alla sua assoluta neutralità, di grande rispetto e credibilità presso le parti in conflitto e possa dunque muoversi sul terreno anche nei momenti più difficili”. L’operazione di oggi, conclude Barra, “rientra nel ruolo ausiliario della Cri nei confronti dei pubblici poteri e si è svolta in stretto coordinamento con l’unità di crisi della Farnesina”.

“Ci siamo mossi in stretto coordinamento con l’Unità di Crisi della Farnesina – ha sottolineato Massimo Barra – e non appena le condizioni lo hanno permesso, un fuoristrada del Comitato Internazionale della Croce Rossa ha prelevato i cooperanti italiani e li ha accompagnati ad Eretz dove sono stati presi in consegna dalle autorità consolari italiane”. L’intera operazione è stata coordinata tramite il Capo Delegazione della Croce Rossa Italiana in Palestina, Gianmarco Onorato, a sua volta rapito e rilasciato dopo alcune ore nella Striscia di Gaza il 21 novembre 2006. “Questa operazione – ha aggiunto Barra – è stata resa possibile dal fatto che la Croce Rossa, per la sua rigorosa neutralità, gode della fiducia delle popolazioni locali e di tutte le parti in conflitto e può, di conseguenza, spostarsi sul territorio anche in momenti difficili come quelli che si vivono in queste ore nella Striscia di Gaza”.

La Cri è presente da due anni a Gaza e gestisce insieme alla Mezzaluna Rossa Palestinese un Centro di Supporto Psicologico rivolto ai bambini che accusano disturbi psichici a causa del conflitto. Il Centro della Croce Rossa Italiana tratta, ogni anno, circa 9.000 minori.

,