Servizi

Croce Rossa: Barra visita centri C.R.I. a Hebron e Betlemme

Da: “ANSA” – Roma, 25 aprile 2007

Novemila beneficiari all’anno: è questo il volume di attività svolto, dall’inizio del 2005, dal Centro di sostegno psicologico gestito dalla Croce Rossa Italiana e dalla Mezzaluna rossa palestinese a Hebron, che è stato visitato oggi dal presidente della Cri, Massimo Barra, che insieme a una delegazione è in viaggio in Israele e Palestina. Il Centro, nel quale lavorano 5 psicologi, un coordinatore e un amministrativo, accoglie bambini, ragazzi e adulti palestinesi dai 3 ai 70 anni, che hanno subito un trauma a causa della situazione di conflitto. Il Centro di Hebron è una delle principali attività sociali del Comitato locale di Hebron che gestisce, inoltre, alcuni centri sanitari e fisioterapici e un sistema di trasporto infermi che effettua, su base mensile, oltre 7 mila trasporti in ambulanza.

La Cri, sempre in partnership con la consorella palestinese, gestisce un secondo Centro di sostegno psico-sociale nella Striscia di Gaza (con circa 10 mila beneficiari all’anno) e aprirà a breve una terza struttura di supporto psicologico all’interno della nuova sede della Mezzaluna rossa palestinese a Betlemme, visitata anch’essa dalla delegazione italiana. Nel corso di un lungo incontro con il presidente della Mezzaluna Rossa, Barra ha ribadito la ferma volontà della Cri di continuare a dare supporto alla consorella palestinese nel settore delle attività sociali, coinvolgendo anche i Comitati provinciali e locali Cri che desiderano avviare partnership operative con i comitati locali del Prcs. Barra ha anche chiesto al presidente della Mezzaluna rossa palestinese notizie sulla sorte del soldato israeliano che fu rapito a Gaza alcuni mesi fa e del quale non vi sono più informazioni.

,