Servizi

Croce Rossa: Barra in Israele e Palestina, C.I.C.R. è speranza

Da: “ANSA”; “Adnkronos”; “AGI”; – Roma, 24 aprile 2007

Il presidente nazionale della Croce Rossa, Massimo Barra e una delegazione della Cri, sono in Israele e in Palestina per una visita alla Mezzaluna Rossa Palestinese e alla Società Nazionale Israeliana. Il viaggio è iniziato con un incontro alla Delegazione di Gerusalemme del Comitato Internazionale della Croce Rossa. Il Cicr, che opera a West Bank e nella Striscia di Gaza con 75 Delegati espatriati e oltre 250 operatori locali, visita ogni anno 12.000 prigionieri palestinesi, organizzando mensilmente gli incontri di circa 28.000 detenuti in Israele con i loro famigliari residenti in Cisgiordania e a Gaza, distribuendo ogni anno oltre 10.000 messaggi Croce Rossa.

L’impegno del Comitato Internazionale si estende anche nel settore dell’assistenza diretta alla popolazione palestinese con l’approvvigionamento di circa il 20% dei farmaci necessari agli ospedali palestinesi, il supporto tecnico alle strutture sanitarie nei Territori, l’assistenza alle comunità locali con progetti di riabilitazione degli acquedotti e purificazione dell’acqua, la distribuzione di decine di migliaia di razioni alimentari e pacchi-igienici. La Delegazione Italiana ha inoltre avuto un lungo incontro a Ramallah con il Presidente della Mezzaluna Rossa Palestinese per uno scambio di idee sulla situazione umanitaria nel Paese e sulle prospettive di collaborazione tra la Cri e il Mezzaluna. “Solo venendo qui – ha affermato Barra – si può comprendere perché la Croce Rossa/Mezzaluna Rossa sia uno dei pochi motivi di speranza che sono rimasti all’umanità. I nostri Fratelli della Mezzaluna Rossa Palestinese compiono ogni giorno atti di eroismo in favore di quasi 2 milioni di persone che vivono in condizioni estremamente disagiate”.

,