Servizi

C.R.I.: nuove missioni umanitarie in Libano e Afghanistan

Da: “ANSA” Sanremo 6 settembre 2007

La Croce Rossa Italiana partirà per una nuova missione umanitaria in Libano e in Afganistan, entro fine ottobre e “resteremo laggiù il tempo necessario per portare conforto. Anche anni se ce ne fosse bisogno”. Lo ha annunciato, stamani, il Presidente della Croce Rossa Italiana, Massimo Barra, a margine dell’apertura della trentesima tavola rotonda organizzata dall’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario, sul tema “La condotta delle ostilità. Rivisitare il Diritto dei Conflitti Armati 100 anni dopo le Convenzioni dell’Aia del 1907 e 30 anni dopo i Protocolli aggiuntivi del 1977”. “La presenza ausiliaria – ha affermato Barra – sarà di supporto alla sanità militare.

Proveniamo da una grande esperienza a Nassiriya, in cui abbiamo impiegato 70 uomini del Corpo Militare della Croce Rossa e 15 Infermiere Volontarie, per dare assistenza non solo ai nostri militari ma anche alla popolazione civile”. Barra ha spiegato come una delle più grandi emergenze nei territori di guerra sia rappresentata dalle malattie. “Soltanto in tema di evacuazioni mediche, da Nassiriya abbiamo mandato in Italia 700 persone del posto che necessitavano di interventi medici particolari. Attualmente, siamo a Damasco dove portiamo assistenza al circa milione e mezzo di rifugiati iracheni, occupandoci degli interventi chirurgici maggiori. Negli ultimi due anni ne abbiamo finanziati più di 3.000”.

,