Servizi

Sanità: Barra (C.R.I.), nessun tossicomane è irrecuperabile

Da: “ANSA” – Roma, 16 settembre 2006
PRESIDENTE FESTEGGIA 30 ANNI DI VITA VILLA MARAINI

“In questi 30 anni abbiamo imparato che nessun tossicomane è irrecuperabile”. E’ questa la lezione che il Presidente della Croce Rossa Italiana Massimo Barra, ha imparato lavorando alla Fondazione per il recupero dei tossicodipendenti “Villa Maraini”, che oggi ha festeggiato i suoi primi 30 anni di vita nella sede di via Ramazzini. Proprio Barra, nel 1976, insieme ad un gruppo di volontari della Cri, medici e psicologi ha fondato Villa Maraini, il primo centro di accoglienza a bassa soglia, divenuto poi nel 1986 Fondazione. “Questo luogo – ha continuato il presidente Barra – è riuscito a ‘riciclare’ tanti tossicodipendenti, trasformandoli in artefici di solidarietà e punti di riferimento per chi sta peggio”.

Il Centro oggi può contare su unità di strada per accogliere i tossicodipendenti (tra cui un camper sosta di fronte alla stazione Termini mentre uno analogo si trova a Tor Bella Monaca dal lunedì al sabato), una unità di emergenza per intervenire in caso di crisi o overdose, un centro di crisi notturno per accogliere i tossicodipendenti senza fissa dimora o allontanati da casa. Nella sede di via Ramazzini si trova anche un centro di pronta accoglienza diurno, un centro di orientamento, una comunità terapeutica semiresidenziale. “In questi anni – ha continuato Barra – abbiamo imparato anche che la stigmatizzazione e la discriminazione uccidono più della droga.

Per questo Villa Maraini non ha mai giudicato o condannato ma ha accolto ed ascoltato”. In 30 anni di attività Villa Maraini ha aiutato 1.669 persone, registrato 162.000 presenze (21.360 interventi ambulatoriali nel solo 2005); sono 230 le persone che quotidianamente prendono il metadone nella struttura e 7.238 le persone assistite in ambulatorio; 1.233 gli stranieri aiutati e 733 le persone accolte con misure alternative alla detenzione. Dalla nascita della struttura, 338.988 sono state le siringhe ritirate, 643.095 quelle distribuite e 205.802 i profilattici consegnati. Per l’assessore regionale alla sanità Augusto Battaglia in 30 anni Villa Maraini “non solo si è continuamente rinnovata ma ha dimostrato di avere radici forti”. “Chi lavora o ha lavorato qui – ha continuato l’assessore – non si è mai sottratto alla sfida, anzi ha cercato il confronto andando in carcere, nelle stazioni o per la strada”.

Ai festeggiamenti ha partecipato anche il presidente di Anlaids Ferdinando Aiuti e l’assessore capitolino alle politiche sociali Raffaela Milano. “Roma – ha detto l’assessore – sarebbe stata diversa senza Villa Maraini. Ci sono realtà preziose che danno il segno a una comunità. Credo che la testimonianza per Roma di Villa Maraini sia di tanto coraggio, perché va nelle pieghe dolorose della Città”.

,