Servizi

Immigrazione: Barra (C.R.I.), nei CPT agiamo per ridurre i danni

Da: “ANSA”; “Adnkronos” Roma 10 ottobre 2006

Nei Cpt la Croce Rossa agisce per ridurre i danni. “Per Statuto – ha affermato il presidente della Cri italiana, Massimo Barra, nel corso del programma radiofonico “Permesso di soggiorno” – non interveniamo sulle questioni e le controversie di ordine politico, ma conosciamo le difficoltà di gestione dei Centri di permanenza temporanea: i volontari e il personale specializzato Cri sono allenati a vivere l’emergenza. La nostra presenza all’interno dei Cpt ha lo scopo di limitare i danni. Il personale Cri interviene anche – ha aggiunto Barra – per tranquillizzare le inevitabili tensioni che si creano quando un elevato numero di persone sono trattenute contro la propria volontà”. Secondo Barra “una soluzione radicale che prefigurasse la chiusura dei Cpt andrebbe incontro al nostro principio fondamentale di umanità, ma noi rispettiamo e ci atteniamo alle leggi dello Stato”. “Sono convinto invece che nell’attuale situazione – ha proseguito il presidente – la Cri italiana rappresenti un buon ammortizzatore dell’inevitabile tensione causata dalla presenza contemporanea di molte persone in spazi limitati. Intercettare per neutralizzare ogni possibile insorgente causa di tensione – ha concluso Barra – è il ruolo che la Croce rossa svolge meglio di chiunque altro”.

,