Servizi

Adozioni: Maria; C.R.I., Bielorussia non si oppone ad adozione

Da: “ANSA”; “AGI” – Roma, 4 ottobre 2006
SEGRETARIO GENERALE CROCE ROSSA BIELORUSSA SCRIVE A BARRA

Le autorità bielorusse “non si Oppongono” all’adozione di Maria da parte della famiglia italiana di Cogoleto. Lo afferma il segretario generale della Croce Rossa Bielorussa Pavel Kokhovetz in una lettera inviata al presidente della Croce Rossa Italiana Massimo Barra. La Cri, infatti, si era rivolta alla Federazione Internazionale e alla Croce Rossa Bielorussa chiedendo di sostenere con la propria azione il caso della bambina contesa tra Italia e Bielorussia. “La Croce Rossa Bielorussa – scrive il Segretario Generale Pavel Kokhovetz al Presidente della Cri Massimo Barra – è pronta a fornire assistenza nella soluzione del caso della giovane Victoria, che ha toccato l’opinione pubblica dei nostri due Paesi. Attualmente la bambina si trova in un centro di riabilitazione della Repubblica Bielorussa ed è assistita da una equipe sanitaria. Siamo stati informati – prosegue – che le autorità bielorusse non si oppongono alla adozione della giovane da parte della famiglia italiana”.

“Nel ringraziare la consorella bielorussa – ha commentato il presidente Barra – abbiamo poi chiesto quale ulteriore passo comune sia possibile prevedere, ipotizzando, qualora fosse consentito, la visita di una delegazione Cri. Inoltre abbiamo chiesto di verificare la possibilità di accompagnare al più presto possibile la famiglia Giusto a Minsk, per incontrare la bambina e le Autorità locali cui rappresentare la necessità che l’iter di adozione sia meno complicato rispetto a quanto sinora prospettato”.

,