Servizi

Torino 2006: l’impegno della C.R.I.

Da: “AGI” – Torino venerdì 10 febbraio 2006

Dopo aver portato la fiaccola olimpica, lo scorso 29 gennaio a Milano in rappresentanza del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, il Presidente Nazionale della Croce Rossa Italiana Massimo Barra è giunto a Torino per visitare il personale impegnato per i XX Giochi Olimpici e partecipare alla Cerimonia di Apertura. Questa mattina il Presidente Nazionale ha visitato alcuni siti nelle valli olimpiche per poi rientrare in città. Nel pomeriggio, dopo aver incontrato il personale della Croce Rossa Italiana, Barra ha visitato il Posto Medico Avanzato allestito dalla CRI presso l’Aeroporto di Caselle.

Al termine della visita si è recato allo Stadio Olimpico per la Cerimonia di Apertura. “E’ un grande onore essere a Torino per l’apertura dei Giochi Olimpici – ha dichiarato Massimo Barra – lo straordinario impegno di oltre 1000 uomini e donne di tutte le componenti e 90 mezzi della Croce Rossa dimostra la grande passione e l’entusiasmo con i quali sarà affrontato l’impegno olimpico. I principi e l’azione del Movimento Internazionale della Croce Rossa sono i medesimi che il fuoco di olimpia porta con se fin dall’antichità: la neutralità, la tolleranza contro l’intolleranza, la partecipazione contro l’emarginazione, l’inclusione contro l’esclusione.

Il nostro impegno – ha proseguito Barra – oltre alla risposta sanitaria sui siti e sul territorio, abbraccia una molteplicità di servizi in accordo con la Prefettura e la Regione Piemonte in caso di maxi emergenze; impegni che dimostrano la capillarità del nostro movimento e la capacità di risposta nel caso di grandi eventi soprattutto in questo delicato momento. La collaborazione richiesta dal Governo della Germania con l’unità del THW- Technisches Hilfswerk (Protezione Civile Tedesca) che segue la propria squadra olimpica dimostra, infine, il nostro carattere internazionale”. Oltre all’impegno sanitario in qualità di partners per il Medical Sistem delle Olimpiadi, la Croce Rossa Italiana in accordo con la Prefettura e il Servizio di Protezione Civile della Regione Piemonte ha mobilitato in occasione dei XX Giochi Olimpici Invernali uomini, mezzi e strutture in caso di Maxi Emergenza.

A Salbertrand su camion “8×8” è pronto un Posto Medico Avanzato, completato da 2 “W.M. 4×4 Ambulanza”, 1 automezzo fuoristrada e 1 carro comando. A Rondissone nei pressi dell’Autostrada A4 sono dislocate Docce di Decontaminazione per deambulanti, personale qualificato per interventi NBCR oltre a 2 mezzi pesanti con tendo struttura mt25xlO per ospitare oltre 400 persone, 1 Autocarro con materiale di Protezione Civile e 1 Fuoristrada con gruppo elettrogeno.

,