Servizi

Torino 2006: Fiamma Olimpica a Milano

Da: “Adnkronos” Milano, 29 gennaio 2006
Massimo Barra e Cinzia Merlonghi. Presidente Cri effettuerà visita presso strutture croce rossa

Tra i 10.001 tedofori che conducono la fiamma olimpica sul territorio nazionale, fino alla cerimonia di apertura dei Giochi invernali di Torino a febbraio, ci sono anche Massimo Barra, neo Presidente della Croce Rossa Italiana, e l’ex tossicomane Cinzia Merlonghi, presenti a Milano per il passaggio della prestigiosa torcia. Massimo Barra, medico fondatore e direttore di Villa Maraini, la comunità romana di recupero per tossicodipendenti della Croce Rossa Italiana, è stato eletto di recente Presidente Nazionale della Cri. Cinzia Merlonghi, ex tossicomane sieropositiva, 9 anni fa fu protagonista delle cronache per aver ricevuto la grazia dall’allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro.

La Merlonghi, ex detenuta, nel 1997 dopo essere uscita dal tunnel della droga grazie al programma di reinserimento sociale di Villa Maraini, sarebbe dovuta rientrare in carcere per reati commessi in precedenza. Nel frattempo era impegnata attivamente con l’Unità di Strada della Croce Rossa per il recupero dei tossicodipendenti. Grazie all’appello unanime del mondo politico e istituzionale proprio il giorno dell’ingresso in carcere la Merlonghi fu graziata da Scalfaro. Oggi è nonna felice e lavora tuttora con l’Unità di Strada della Croce Rossa.

In virtù di un accordo di cooperazione tra il Comitato Internazionale Olimpico e la Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, Massimo Barra e Cinzia Merlonghi sono stati scelti tra coloro che si passeranno il prestigioso testimone quali rappresentativi dei valori umani e solidali della Croce Rossa Italiana. “La scelta di una persona fortemente emarginata, che si è riscattata grazie alla Cri, quale tedoforo simbolico – ha detto Massimo Barra – rappresenta un significativo messaggio di speranza nel viaggio della torcia olimpica, portatore dei principi sanciti dalla Cri: l’inclusione contro l’esclusione, la partecipazione contro l’emarginazione, la tolleranza contro l’intolleranza”.

A Milano Barra e Merlonghi saranno tedofori a partire dalle ore 20.48. L’appuntamento è a Via Savonarola, da dove Barra percorrerà il tratto di strada fino a Largo Domodossola, incrocio con Via Boezio. Da questo punto la torcia olimpica passerà a Cinzia Merlonghi che concluderà il tragitto all’incrocio con Piazza VI febbraio. Stasera Barra parteciperà alla “Cena della Merla” offerta dalla Cri ai senza fissa dimora nell’ambito del “Progetto Provinciale Cri” per i Clochard, attivo da ben 5 anni. Per la “Cena della Merla” verrà allestita davanti alla Stazione Centrale una cucina da campo e alcune tende-mensa, dove i clochard della zona potranno consumare una cena calda. Contemporaneamente le unità di strada porteranno la “cena in camera” a tutte le persone solitamente assistite in altre zone della città.

Lunedì il presidente della Croce Rossa visiterà il Cpa (Centro di Prima Accoglienza) del Comune di Milano, gestito dal Comitato locale Cri e il Cpt (Centro di Permanenza Temporanea) gestito dal Comitato Provinciale. La visita si concluderà presso il Centro Emergenza di Protezione Civile Cri di Legnano.

,