Servizi

Sanità: tossicodipendenze; Barra, efficace ‘enpowerment’

Da: “ANSA” – Cagliari, 26 gennaio 2006
Barra, efficace ‘enpowerment’ per presidente Cri, è terapeutico dare potere al malato

Dare potere al malato e stigmatizzare lo status dei tossicomani è terapeutico. L’ha sottolineato il Presidente nazionale della Croce rossa italiana, Massimo Barra, intervenendo questa sera a Cagliari, a un incontro di divulgazione scientifica sul tema “La droga e il potere delle istituzioni” nell’ambito dei “Giovedì della salute”, promossi dall’assessorato regionale della Sanità. Secondo Barra, Presidente anche della Fondazione “Villa Maraini”, una delle principali terapie per dare la possibilità ai tossicodipendenti di svolgere una vita normale è il cosiddetto enpowerment (dare potere). Per il Presidente della Cri “bisogna dare la possibilità ai tossicomani di vivere una vita senza mortificazioni”, sia dal punto di vista psicologico che fisico, ma occorre soprattutto rispettare i tempi di reinserimento (“la tossicodipendenza non è una devianza ma una malattia”).

Barra ha anche criticato l’atteggiamento con cui le istituzioni si sono sempre poste nei confronti di tali temi: “in 30 anni hanno considerato con lontananza e spocchiosità le problematiche sulla droga. Tutte le strutture e le persone che si occupano delle questioni – ha aggiunto – hanno sempre sofferto di mancanza di finanziamenti e di attenzione politica perché per un politico il tossicodipendente è antieconomico”. Per il presidente della Croce Rossa lo Stato dovrebbe, innanzitutto, sforzarsi per ampliare la conoscenza del tossicomane e delle sue problematiche, premessa per puntare a ridurre il danno individuale e collettivo.

,