Servizi

Elezionio: Brra (C.R.I.), nuovo governo pensi ai nostri precari

Da: “ANSA” – Roma, 12 aprile 2006

“Dal nuovo governo ci aspettiamo un’ attenzione ai problemi che abbiamo ereditato, come quello del precariato”. Lo ha detto il presidente della Croce Rossa Italiana, Massimo Barra, sollecitato dai giornalisti sull’esito delle elezioni politiche, a margine della presentazione di un libro sulla storia dell’organizzazione di volontariato. “Il precariato – ha aggiunto – non l’abbiamo creato noi, il governo ci risolva questo problema. Non vorrei rifare il 30 dicembre, come già ho fatto, il giro delle sette chiese per prorogare la questione dei precari. Certamente ci vorrà un intervento legislativo ma al governo chiediamo un’attenzione che non è solo per le persone che lavorano nella Cri ma per tutta quella gente che assistiamo”. Alla domanda se il risultato elettorale l’abbia soddisfatto, Barra ha risposto: “Sarò soddisfatto e contento quando ci sarà un ministro, di qualunque partito sia non mi interessa, di fronte al quale sedermi per parlare dei nostri problemi”.

Il libro presentato oggi sulla storia della Cri (Mario Mariani, “La Croce Rossa Italiana. L’epopea di una grande istituzione”, Mondadori) ricostruisce attraverso i documenti il percorso dell’associazione di volontariato e dello spirito che la muove. Attualmente – ha ricordato il presidente – la Cri conta 2 mila sedi e vede impegnati 300 mila volontari e 5.700 dipendenti.

,