Servizi

Carceri: per minori volontariato invece di finire in cella

Da: “ANSA” – Roma, 21 marzo 2006
VIA LIBERA DA INTESA TRA CROCE ROSSA E MINISTERO GIUSTIZIA

Invece del carcere il volontariato con la Croce Rossa Italiana: è una delle misure alternative alla detenzione a cui potrà ricorrere il giudice per il recupero dei minorenni coinvolti in problemi giudiziari. Lo prevede una convenzione fra il ministero della giustizia e la Cri che sarà firmata lunedì prossimo. “L’intesa – ha anticipato il presidente della Cri Massimo Barra – prevede l’inserimento di minorenni che hanno problemi di giustizia nell’attività di volontariato sul territorio svolta dai gruppi della associazione. Si tratta di una possibilità per il giudice che può scegliere la ‘pena’ più adatta e di una opportunità per il ragazzo”.

Barra ha precisato che l’ iniziativa si avvale di una sperimentazione già avviata il cui bilancio è stato “pienamente soddisfacente”. I ragazzi coinvolti nel progetto saranno impegnati a pieno nell’attività di volontariato svolta regolarmente dai volontari della Cri. Sempre la prossima settimana, la Cri ha in programma la definizione di un altro accordo con l’Unione italiana ciechi a favore dei non vedenti. Le sedi provinciali dell’Uic e della Cri collaboreranno per iniziative operative a favore appunto dei non vedenti e degli ipovedenti.

,