Servizi

Croce Rossa Italiana: Massimo Barra verso presidenza

Da: “AGI” Roma, 11 dicembre 2005

Tra qualche ora Massimo Barra sarà eletto presidente nazionale della Croca Rossa Italiana. Unico candidato, Barra sostituirà così il commissario straordinario Maurizio Scelli. Le votazioni sono ancora in corso: hanno già espresso la loro preferenza circo 580 aventi diritto su 730. Il seggio rimarrà aperto presso l’Aurelia Convention Center fino alle ore 19.00 di questa sera, sotto la guida del presidente del Consiglio elettorale centrale della Cri, professor Onofrio Fanelli, già presidente di sezione della Suprema Corte di Cassazione. Nato a Roma nel 1947, Barra è entrato nel mondo del volontariato fin da giovanissimo, diventando volontario della Croce Rossa a soli 8 anni.

Ha ricoperto la carica di presidente nazionale di Pionieri della Cri per 8 anni e per 21 anni è stato ispettore nazionale dei Volontari del Soccorso. Eletto dalla Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa dal 1974 al 1982 come presidente della Commissione Giovani, dal 1982 al 1990 è stato presidente della Commissione Sviluppo e dall’aprile del 2004 vice presidente della Federazione di croce Rossa e Mezzaluna Rossa, compiendo oltre 300 missioni che lo hanno portato in più’ di 80 Paesi. Oltre alla Croce Rossa, le sue attenzioni sono da tempo rivolte al problema della tossicodipendenza.

Fin dal 1974 ha lavorato come medico presso il Centro delle Malattie Sociali del Comune di Roma ed è stato fondatore, nel 1976, di Villa Maraini, comunità terapeutica di cui è direttore. Primario della clinica Madonna del Tufo dal 1986 al 2005, dal 1998 al 2003 presidente di Erna, il network della Croce Rossa Europea sull’Aids, nel 2003 membro del Board del Global Fund delle Nazioni Unite (Gfatm), Barra è autore di centinaia tra pubblicazioni e articoli aventi come oggetto la Croce Rossa, la tossicomania, il primo soccorso e l’Aids. Lo scorso 13 novembre è stato eletto all’unanimità presidente della Commissione Mondiale sullo Sviluppo della Federazione Internazionale della Croce Rossa.

,