Servizi

Croce Rossa: felicitazioni a Barra da adssociazioni sieropositivi e detenuti Rebibbia

Da: “Adnkronos” di mercoledì 28 dicembre 2005

L’elezione di Massimo Barra alla presidenza della Croce Rossa Italiana è stata salutata con favore dai rappresentanti della comunità internazionale che vive in prima persona i problemi dell’Aids. Il responsabile della sezione europea della rete mondiale di sieropositivi e malati di Aids (GNP+, ‘Global Network of People living with Hiv/Aids’), Julian V. Hows, ha espresso le più “calorose congratulazioni” a Barra, dicendosi “certo di poter parlare anche a nome di molti sieropositivi e malati di Aids in Italia e in Europa. La Croce Rossa Italiana -ha sottolineato- può solo giovarsi di un fautore tanto deciso della pratica concreta dei principi umanitari. La presa di posizione di Barra perché il movimento della Croce Rossa arrivi a toccare quanti vivono con l’Hiv e l’Aids, in particolar modo i più emarginati, e l’atteggiamento scevro di compromessi che egli assume nell’invocare un accesso universale alla terapia antiretrovirale, danno prova della sua vera statura di leader e del suo coraggio”. Tra gli altri messaggi, il nuovo presidente della Croce Rossa Italiana ha ricevuto l’augurio, a nome di tutti i carcerati di Rebibbia, di un detenuto in passato ospite di Villa Maraini, la comunità romana di recupero per tossicodipendenti fondata e diretta dallo stesso Barra.

,