Servizi

Croce Rossa: Cristallo Rosso, Ok da Cicr e Federazione

Da: “ANSA” Roma, 13 settembre 2005
TERZO EMBLEMA DOVREBBE ESSERE ADOTTATO A FINE OTTOBRE

Passo in avanti per l’adozione da parte del movimento della Croce Rossa del terzo emblema, il ‘cristallo rosso’, da affiancare alle tradizionali croce rossa e mezzaluna rossa e da utilizzare in occasione di conflitti armati. Una lettera congiunta dei presidenti del Comitato internazionale (Cicr) e della Federazione internazionale, inviate ai presidenti delle societa’ nazionali, hanno dato sostanzialmente la via libera al terzo emblema auspicando che la conferenza diplomatica convocata a Ginevra, nell’ultima settimana di ottobre, adotti definitivamente il ‘cristallo’. Il Cicr e la Federazione – rende noto Massimo Barra, vicepresidente della federazione – annunciano, nella lettera, che ”sosterranno fermamente questo processo in virtu’ delle decisioni prese dal movimento.

Le loro risoluzioni riaffermano la determinazione del movimento di trovare una soluzione durevole e globale sull’emblema”. Fra l’altro – proseguono – ”la grande maggioranza degli stati” auspicano che la conferenza diplomatica arrivi all’adozione del terzo emblema e che solo un ”piccolissimo numero di stati” e’ dissenziente. Sia per il Cicr sia per la Federazione, c’e’ la ”necessita’ urgente di creare un emblema addizionale” agli altri. Si tratta di un ”problema puramente umanitario, non si puo’ tardare. L’ impiego del terzo emblema puo’ aumentare la sicurezza in contesti specifici. L’emblema – sottolineano ancora i presidenti – e’ al di sopra delle motivazioni etniche, religiose, politiche”. Il ‘cristallo’ – ha precisato Barra – e’ un simbolo ritenuto piu’ neutro rispetto alla croce. Privo di alcun significato religioso, il ‘cristallo’ e’ maggiormente condivisibile da tutte le 181 societa’ che compongono la Federazione internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa. L’ipotesi su cui si sta lavorando e’ che in situazioni di conflitto armato si utilizzera’ il ‘cristallo’ mentre nelle proprie iniziative, in tempo di pace, ognuno continuera’ ad utilizzare la croce rossa o la mezzaluna rossa. Insomma – ha concluso Barra – ”non c’e’ alcun rischio per la croce rossa. La Croce Rossa Italiana restera’ la Croce Rossa Italiana”.

,