Servizi

Cri, Barra candidato unico alla presidenza

Da: “Il Tempo” di sabato 3 dicembre 2005
Le elezioni per la nomina del successore di Scelli si terranno a Roma l’11 e il 12

SI PROFILA un unico candidato alla presidenza nazionale della Croce Rossa Italiana. L’unico aspirante alla poltrona di responsabile dell’organizzazione di volontariato (300.000 volontari) è Massimo Barra. Salvo colpi di scena dell’ultimo momento, sarà quindi Barra, medico ed esperto di droga, a sostituire Maurizio Scelli al vertice della Cri. Sarà anche il primo presidente della Cri riformata. Le votazioni per eleggere il presidente si terranno a Roma i prossimi 10 e 11 dicembre. Un compito cui è chiamata l’assemblea dei delegati nazionali (720 persone) nata dalle votazioni locali, provinciali e regionali dei mesi scorsi.

La candidatura di Barra è sostenuta da una lista collegata di dieci persone (fra queste, secondo quanto si è appreso, c’è Maria Teresa Letta, sorella di Gianni; nei mesi scorsi erano circolate indiscrezioni su una sua possibile candidatura a presidente nazionale); sei di queste saranno elette ed affiancheranno i 6 responsabili delle altrettante componenti della Cri. Insieme, con il presidente, formeranno il consiglio direttivo. Medico, convinto sostenitore del riduzione del danno, fondatore e direttore di Villa Maraini, Barra vanta 50 anni di volontario nella Cri (a maggio scorso i festeggiamenti delle «nozze d’oro» come volontario del soccorso). Da circa due settimane è presidente della Commissione sviluppo della Federazione internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna rossa, organismo per il quale è stato anche vicepresidente.

,