Servizi

C.R.I.: Barra, mia presidenza è continuità con Scelli

Da: “ANSA” di mercoledì 14 dicembre 2005

”Mi insedierò fra qualche giorno alla presidenza della Croce Rossa Italiana e lo faccio nel segno della continuità con il lavoro di Maurizio Scelli, a lui dobbiamo dire grazie”. Lo ha detto Massimo Barra, eletto presidente della Cri domenica scorsa, alla cerimonia in cui l’ex commissario straordinario ha salutato i dipendenti e i volontari dell’ente. Barra ha sottolineato che, sulla vicenda irachena, con il Comitato internazionale della Croce Rossa a Ginevra c’è stato si qualche problema ma solo iniziale, durato tre mesi, poi tutte le polemiche successive sono state artificiose.

”E’ facile – ha aggiunto – criticare da un salotto o da una redazione. Maurizio ha invece rischiato la pelle, non ha comandato dalla sua stanza in via Toscana, gli va dato atto di questo e lo ringraziamo. La nostra missione – ha precisato Barra – è quella di portare assistenza alle persone vulnerabili e le persone senza libertà sono vulnerabili”. Barra ha fatto un appello all’unità dell’organizzazione perch è – ha detto – ”quando suona la campana non c’è differenza fra di noi, noi siamo uniti ed interveniamo”.

,