Servizi

Barra sbarca a via Toscana

Da: “Libero” di giovedì 15 dicembre 2005

È il presidente di Villa Maraini comunità di recupero per tossicomani a Monteverde, il nuovo presidente della Croce Rossa italiana. Massimo Barra, romano di 58 anni, arriva alla guida della Cri dopo un lungo cammino all’interno dell’associazione. Massimo Barra ha dimostrato sin dalla tenera età la sua passione per il volontariato diventando volontario della Cri a soli 8 anni. La sua grande dedizione alla causa lo portano a diventare pochi anni dopo vice presidente e successivamente presidente del Gruppo di Roma della Cri. Ha ricoperto la carica di Presidente Nazionale di Pionieri della Cri per 8 anni e per 21 anni è stato Ispettore Nazionale dei Volontari del Soccorso, nonché Presidente Nazionale Cri per 5 anni. Tra i suoi obiettivi la valorizzazione dei comitati locali, «insomma una devolution della Cri», ha ammesso. La valorizzazione delle realtà locali, il laborioso Lazio in prima linea, comporterà un pro¬cesso di sburocratizzazione.

«Non voglio», ha spiegato, «che lacci e lacciuoli che bloccano l’amministrazione pubblica imbriglino le nostre realtà locali. La Cri è una realtà complessa: non siamo una semplice Ong, abbiamo il ruolo di ausiliari dei governi e in tutto il mondo i governi intervengono nella realtà della Cri, ad esempio nella Conferenza Internazionale della Cri, dove hanno diritto di voto, e del resto ne sottoscrivono i principi fondamentali ».

,