Servizi

Villa Maraini, senza soldi, lancia una sottoscrizione

Da: “Corriere della Sera” di giovedì 18 marzo 2004
La struttura antidroga non paga gli stipendi da gennaio. Uno “scoperto” di 200 mila euro
L’assessore: presto un incontro per sbloccare i fondi. Appello dei Verdi

Un Sos da Villa Maraini. La fondazione di volontariato che opera per il recupero dei tossicodipendenti, sommersa dai debiti a causa dei ritardi o degli omessi pagamenti degli enti pubblici convenzionati, ha deciso di lanciare una sottoscrizione popolare.

«Anche un euro per salvare Villa Maraini», è lo slogan della fondazione. «Chi vorrà contribuire alla nostra sopravvivenza dice uno dei responsabili, di Villa Maraini potrà utilizzare il conto corrente postale numero 78172004». I collaboratori, circa 70, non hanno preso ancora lo stipendio di gennaio, c’è il rischio che i fornitori non. diano più i generi alimentari per la mensa.

Lo «scoperto» della fondazione voluta da Massimo Barra è di 250 mila euro, di cui 200 sono occorsi per risarcire, su decisione della magistratura del lavoro, tre psicologhe che avendo collaborato per un certo periodo con Villa Maraini hanno poi preteso, pur essendo libere professioniste, un contratto a tempo indeterminato.

Dice Barra: «È paradossale che a fronte delle dichiarazioni governative in favore dei centri antidroga privati, proprio Villa Maraini che è il primo centro del Lazio sia messo nelle condizioni di non poter funzionare». Un appello a salvare la fondazione ieri è arrivato anche dal parlamentare Verde Paolo Cento. Marco Verzaschi, assessore regionale alla Sanità, ricorda che è stato già deciso un incontro per concordare come risolvere la crisi.

,