Servizi

Ostaggi liberi: Federazione Crose Rossa, C.R.I. ha contribuito

Da: “ANSA” di martedì 8 giugno 2004

La federazione italiana delle società di croce rossa e mezzaluna rossa esprime soddisfazione per la liberazione dei 3 ostaggi italiani. Lo ha detto il vice presidente della federazione, Massimo Barra.
Certamente – ha precisato Barra – “il ruolo della Croce Rossa Italiana in Iraq, che ha concimato il terreno e creato ponti, collegamenti e conoscenze, hanno facilitato la liberazione. “E’ del tutto ininfluente – ha precisato – che, come invece atteso, “gli ostaggi italiani non siano stati consegnati alla CRI.

Noi non siamo li per apparire ma per effettuare operazioni umanitarie le cui azioni sono molto più profonde di quanto la gente possa pensare. Anche il comitato internazionale, per l’opinione pubblica, non è presente in Iraq ma in realtà c’è, lavora in modo discreto e contribuisce al miglioramento delle condizioni dei più vulnerabili”. Barra ha infine sottolineato l’opera della Croce Rossa per quello “che ha fatto, che sta facendo e che continuerà a fare”.

,