Servizi

“Non partite da soli: il caos può fermare la macchina dei soccorsi”

Da: “Il Corriere della Sera” – ROMA, 5 gennaio 2005

Il vicepresidente della Croce Rossa Internazionale Massimo Barra non ha paura per il momento degli interventi a pioggia: «L’area di azione è talmente vasta da non destare preoccupazioni di questo tipo. C’è bisogno in questo momento soprattutto di acqua potabile, disinfettanti e medicinali di ogni tipo.

Il problema è piuttosto la capacità di assorbi-mento degli aeroporti: li è necessario che qualcuno sia capace di indicare le priorità. Una cosa da evi-tare assolutamente è invece lo spontaneismo: non si può partire per andare ad aiutare senza un’adeguata preparazione. Meglio rivolgersi a chi già conosce bene il terreno. E anche per aiuti è meglio rivolgersi ad Ong che sono sul terreno oppure ai missionari».

,