Servizi

Croce Rossa: Federazione, denunceremo ogni singola violazione

Da: “ANSA” – ROMA, mercoledì 13 ottobre 2004
CAMBIO DI STRATEGIA MEDIATICA, CICR CONFERMA DISCREZIONE

La Federazione internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa denuncerà pubblicamente ogni singola violazione dei diritti umani. Il cambio di strategia mediatico è stato deciso dalla stessa federazione, riunita oggi a Ginevra, accogliendo la proposta contenuta nel primo rapporto di una commissione su avocacy e comunicazione costituita nello scorso maggio, all’indomani della scoperta delle torture in Iraq su detenuti iracheni e che aveva sollevato perplessità sulla discrezione tenuta dal Cicr in questa occasione.

La decisione della Federazione è stata resa nota da Massimo Barra, vicepresidente dell’organismo e coordinatore della commissione, di cui fanno parte rappresentanti dei cinque continenti.

“La Federazione, 181 società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa – ha detto Barra – ha deciso di cambiare strategia rispetto al passato e di adottare una strategia comunicativa più aggressiva. Nei paesi di nostra competenza, quelli cioè non interessati ai conflitti, è stato affermato il diritto-dovere di esternare, a tutti i livelli, il nostro pensiero su questioni che riteniamo cruciali per l’umanità e che riguardano, soprattutto, le fasce più povere e disagiate. Si tratta quindi di denunciare gli attentati ai diritti dell’ uomo e della sua dignità. Se non lo facessimo – ha aggiunto – potremmo essere considerati complici di chi perpetua queste violazioni”.

Barra ha precisato che, per la Federazione, “non si tratta di una linea di rottura con il passato ma di un aggiornamento ai tempi moderni”. Diversa la posizione del Cicr – sempre secondo quanto ha riferito Barra che oggi ha incontrato i vertici del comitato – che ha ribadito la sua preferenza a mantenere discrezione e silenzio sulle violazioni di cui potrebbero venire a conoscenza.

,