Servizi

M.O.: Barra (Croce Rossa), difficile far arrivare aiuti a Gaza

Da: “Adnkronos”; “Apcom”; Roma 5 gennaio 2009

“Gaza da mesi è una prigione a cielo aperto, i rifornimenti sono difficili, manca tutto, un mese fa dei bambini malati non hanno ricevuto i farmaci, la situazione era già stata segnalata dalla Croce Rossa Internazionale. Lo sottolinea Massimo Barra, vicepresidente della Croce Rossa Internazionale, al Giornaleradio di Teleradiostereo. “Il conflitto attuale ha esacerbato le situazioni già esistenti. Noi -spiega Barra- abbiamo registrato grandissime difficoltà nel far arrivare i soccorsi e gli aiuti, entrare a Gaza è sempre stato difficile. La IV Convenzione di Ginevra tutela i diritti dei civili in tempo di guerra. La guerra devono farla i soldati”.

,