Servizi

Haiti: Barra (Croce Rossa Internazionale)

Da: “CNRmedia” Roma 13 gennaio 2010
SIAMO GIA’ INTERVENUTI MA A PORT AU PRINCE TRE OSPEDALI DISTRUTTI

Massimo Barra, Presidente della Federazione Internazionale della Croce Rossa a CNRmedia sul terremoto che ha colpito Haiti: “Abbiamo un’unità operativa per tutte le Americhe e siamo già intervenuti ma ci sono difficoltà. A Port-au-Prince tre ospedali distrutti e l’unico rimasto in piedi è intasato”
“E’ una zona intensamente popolata e molto povera, il terremoto ha colpito globalmente due milioni e duecentomila persone, è un sisma distruttivo che naturalmente è ancora più grave perché le infrastrutture di base sono povere e non c’è grande preparazione ai soccorsi” dice a CNRmedia Massimo Barra, Presidente della Federazione Internazionale della Croce Rossa sul sisma che ieri sera ha colpito Haiti, con epicentro a 15 chilometri dalla capitale Port-au-Prince.

“Noi abbiamo una nostra unità operativa per tutta l’America a Panama che è in grado di reagire immediatamente, infatti dopo due ore sono partiti i nostri delegati ma ci sono difficoltà a raggiungere Haiti e quindi stanno passando dalla Repubblica Dominicana. Ci risultano tre ospedali collassati e l’unico ospedale rimasto in piedi non accetta più persone perché è completamente intasato” continua Barra. Il Presidente della Federazione Internazionale della Croce Rossa annuncia poi un’iniziativa: “Servono assistenza ai feriti e rifugi per i senzatetto, ci sono problemi per l’acqua e la sanità in generale. La Croce Rossa Internazionale sta per lanciare un appello per due milioni di franchi svizzeri per i primi interventi”

,