Servizi

Filippine: Barra (CICR), ostaggi sono vivi

Da: “ANSA” Roma 2 aprile 2009

I tre volontari della Croce Rossa Internazionale rapiti nell’isola di Jolo, tra i quali l’italiano Eugenio Vagni “sono vivi”. Lo ha assicurato il vicepresidente della Croce rossa internazionale Massimo Barra, dopo aver parlato al telefono personalmente con il responsabile dell’ associazione delle Filippine Richard Gordon, che dal primo giorno segue la vicenda. Barra ha così smentito le tante voci che si sono susseguite sui media locali, rimbalzate poi anche su quelli nazionali, secondo le i ribelli di Abu Sayyaf avrebbero sparato ad uno dei rapiti, lo svizzero Andreas Notter, mentre tentata di sfuggire alla decapitazione, ferendolo o uccidendolo. Sempre secondo la stampa locale inoltre, i ribelli, insieme ai tre volontari, sarebbero fuggiti nella giungla nel tentativo di sfuggire alle truppe filippine. “Sono solo rumors giornalistici”, ha assicurato Barra.

,