Servizi

“Salvate Villa Maraini” Protesta in Campidoglio

Da: “L’Unità ” di venerdì 21 febbraio 1997 – Roma.
Senza nuovi finanziamenti chiudiamo”

Villa Maraini, l’ente che assiste il più alto numero di tossicodipendenti del Lazio, chiuderà il 28 febbraio. Per mancanza di fondi. E allora, per sventare il pericolo incombente, ieri pomeriggio in trecento, tra operatori e “tossici” assistiti dalla Fondazione, hanno chiuso la sede e, impugnati megafoni e cartelli, si sono dati appuntamento in Campidoglio.

Finora i soldi per Villa Maraini sono venuti soprattutto dal Fondo nazionale antidroga e dall’Osservatorio epidemiologico del Lazio. Ma il 28 febbraio le disponibilità della Fondazione si azzereranno nuovamente.

“Per Villa Maraini servono due miliardi e mezzo l’anno – spiega Massimo Barra, direttore della Fondazione – Quello che chiediamo alla Regione e alla Asl Rm/D è una convenzione fissa che ponga fine alla politica degli interventi straordinari. Altrimenti saremo costretti a far pagare le famiglie dei “tossici”, per un servizio che finora hanno ricevuto gratuitamente” A Villa Maraini ogni giorno 1150 persone trovano assistenza.

Ognuno secondo le sue necessità personali perché – come spiega Barra – “non è il soggetto che deve avvicinarsi alla terapia, ma è la terapia che deve modellarsi sui bisogni dell’individuo”. La Fondazione offre una serie di interventi differenziati che vanno dalle unità di strada al lavoro in carcere, a quello in comunità.

Tanti percorsi per tante domande, che si intrecciavano ieri come una matassa, nella piazza politica della città. Una matassa che i politici, gli amministratori comunali e regionali hanno iniziato a sbrogliare solo verso le sei di sera. Prima con l’intervento di Amedeo Piva, assessore alle politiche sociali, che ha annunciato lo stanziamento di trecento milioni da parte del Comune.

“Una cifra comunque insufficiente – a detta dello stesso Piva – ma da inserire in un quadro concertato di interventi”. Poi, con una telefonata, l’assessore regionale alla Sanità Lionello Cosentino ha convocato per lunedì un incontro in Regione tra tutti i soggetti interessati, per trovare una soluzione al finanziamento di Villa Maraini.

,