Servizi

La Croce Rossa al Festival

Da: “Festival Daily” Venerdì 2 marzo 2007 – Quotidiano del 57 Festival della Canzone Italiana – Anno XVIII n. 4
Intervista in esclusiva per il Festival Daily al Presidente Nazionale della Croce Rossa Italiana Massimo Barra

Il Presidente Nazionale della Croce Rossa Italiana, Massimo Barra, è stato a Sanremo, alla vigilia dell’apertura del Festival, per illustrare il Progetto della CRI predisposto in concomitanza del Festival della Canzone Italiana, rivolto a sostenere l’acquisto di alcuni defibrillatori da destinare alla cittadina ligure. Nei saloni del Palafiori durante il Gala della Stampa è stato consegnato a Pippo Baudo il Diploma di Benemerenza con Medaglia di Prima Classe della CRI. E’ stata anche l’occasione per tracciane un quadro complessivo dell’attività della Croce Rossa in Italia e all’estero.

“La CRI – ha spiegato Barra – è una delle 185 Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa presenti nel mondo e in base alle leggi dello Stato italiano è un Ente di diritto pubblico posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Pur avvalendosi di personale dipendente, è un’Associazione umanitaria basata principalmente sul volontariato. Conta infatti ben 300.000 Volontari organizzati nelle diverse Componenti (Volontari del Soccorso, Infermiere Volontarie, Corpo Militare, Donatori di Sangue, Comitato Femminile, Pionieri). La CRI è presente in Italia in 1500 località, una capillarità che consente in qualsiasi situazione interventi rapidi e razionali”.

“Il servizio di Pronto Soccorso e il trasporto infermi sono certo le attività più note e conosciute da tutti, effettuate dalla Croce Rossa con mezzi di soccorso ed attrezzature all’avanguardia. Da sottolineare – aggiunge il Presidente Barra – l’importante impegno dell’Associazione nel promuovere la donazione del sangue, nel duplice intento di supportare le strutture sanitarie nazionali e di favorire una vera e propria ‘cultura’ della do nazione”. “La CRI, per sua natura neutrale e indipendente, non prende parte alle questioni di ordine politico, razziale o religioso, ma agisce sempre in favore dei più deboli”.

“Nel corso degli anni – ha sottolineato il Presidente della CRI – la Croce Rossa Italiana non è mai venuta meno ai suoi compiti istituzionali, intervenendo attivamente con uomini e mezzi in occasione di emergenze nazionali e internazionali, fino alla vasta operazione umanitaria in Iraq, dove nel 2003 la CRI ha aperto presso il Medicai City Hospital di Baghdad un proprio reparto per i grandi ustionati, curando oltre 200.000 persone. Un vasto impegno è concentrato poi in Afghanistan dove, a Kabul, abbiamo appena inaugurato un Centro per tossicodipendenti della Mezzaluna Rossa Afgana.

La CRI è attiva con numerosi progetti in oltre 40 Paesi”. “Proprio due settimane fa – ha ricordato il Presidente Barra – si è concluso qui a Sanremo il 2° Corso di Diritto Internazionale Umanitario per Operatori Internazionali Umanitari. Il corso, organizzato per iniziativa della Croce Rossa, che ha un proprio Ufficio Nazionale per la Diffusione del DIU, in collaborazione con l’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario, si è tenuto presso la sede dell’Istituto a Villa Ormond ed ha avuto quale obiettivo principale la formazione degli operatori umanitari impegnati in con testi complessi e delicati, come ad esempio i teatri di guerra”. Da segnalare, tra le varie iniziative in atto a Sanremo e nel le maggiori città italiane, la distribuzione, nei giorni scorsi, di arance biologiche di Calabria messe a disposizione dalla “Biosybaris”, già partner dell’iniziativa “Cile per Cri”.

,