Servizi

Sonbo in 54 mila

Da: “Il Gazzettino” di venerdì 19 gennaio 1996 – Roma.
Volontari Cri, un milione di interventi

Massimo Barra, 48 anni, medico romano, è stato confermato alla carica di ispettore nazionale dei Volontari della Croce rossa italiana. Con lui sono stati riconfermati anche i vice ispettori Enzo Scognamiglio e Gian Galeazzo.

Barra da 16 anni è presidente del gruppo di esperti della Croce rossa internazionale sulla droga, oltre che fondatore e direttore della Fondazione Villa Maraini di Roma, centro all’avanguardia nella cura e riabilitazione dei tossicodipendenti. Barra, che ha ottenuto il 90 per cento dei voti, ha rilanciato l’importanza dell’opera svolta dai Volontari del soccorso, la maggiore organizzazione di volontariato in Italia, che ha definito “la task-force della Croce rossa”.

Nel ’95 i Volontari della Cri in Italia hanno effettuato 1.013.125 interventi, hanno prestato 17.467.103 ore di servizio, hanno assistito 1.321.164 persone, hanno percorso 31.748.899 chilometri sui mezzi di soccorso. Un know-how ineguagliabile sugli interventi di emergenza per catastrofi e protezione civile.

Gruppi di Volontari operano in 800 città, con 54.896 uomini, di cui 803 medici, 1.837 infermieri e 18.830 autisti e coprono il 70 per cento dell’attività complessiva del servizio ambulanze della Cri. L’attività principale è il Pronto soccorso e il trasporto infermi, in molte località effettuati esclusivamente dai Volontari della Cri.

Le altre attività sono tutte quelle in cui è impegnata quotidianamente la Croce rossa: dalla protezione civile all’educazione sanitaria, dall’assistenza alle fasce più deboli della popolazione, ai soccorsi internazionali di emergenza. Nel 1995 i Vds della Cri hanno operato anche in Albania, Caucaso, Costa d’Avorio, Ruanda, Somalia, Zaire ed ex-Jugoslavia.

,