Servizi

Farmacie, avamposto nella lotta alla droga

Da: “Giornale D’Italia” del 13 aprile 1994
Un’azione concordata con la Croce Rossa e l’assessore provinciale Massimo Barra

Le farmacie della capitale funzioneranno come avamposto alla lotta contro la droga. L’intento è scaturito dall’incontro, tenuto alla Croce Rossa Italiana, dall’assessore provinciale per le politiche della solidarietà, Massimo Barra con circa 200 farmacisti della Capitale che hanno offerto il loro pieno consenso per un’azione concordata per combattere il fenomeno.

Le farmacie, in pratica, potranno tenere a disposizione piccole scorte di metadone da cedere senza ritardi a chi abbia una regolare ricetta medica e dovranno utilizzare fogli, per incartare le siringhe, sui quali saranno stampati i numeri utili per il pronto soccorso e la terapia, indicazioni che figureranno anche su alcune locandine, e all’interno delle farmacie stesse.

Ma il compito dei medici farmacisti non si esaurisce qui: potranno mettersi in contatto telefonico con i medici quando la prescrizione risultasse dubbia e, soprattutto, avranno il delicato ruolo di informatori ed educatori sanitari “in diretta” con i tossicomani.

A loro aiuto, la Provincia di Roma ha messo a disposizione un numero telefonico 24 ore su 24 (65741188) per qualsiasi intervento.

,