Servizi

Cure vietate per i tossicodipendenti detenuti nelle carceri romane

Da: “Il Giornale D’Italia” del 7 dicembre. La denuncia della Fondazione Villa Maraini

La drammatica situazione in cui versano i detenuti tossicodipendenti nelle carceri romane di Rebibbia e Regina Coeli è stata denunciata durante la conferenza stampa tenuta dai responsabili della “Fondazione Villa Maraini”. Nella circostanza l’assessore alla Sanità del Comune di Roma, Gabriele Mori, ha denunciato l’atteggiamento del sindaco Carraro che da un lato loda pubblicamente le attività della Fondazione e dell’altro, in Giunta, ostacola l’adozione di provvedimenti che consentano a Villa Maraini di operare.

Il dottor Massimo Barra consulente del Comune di Roma per le tossicodipendenze ha affermato: “E’ ignobile che nelle due carceri romane, Rebibbia e Regina Coeli, sia impossibile somministrare metadone ai tossicodipendenti detenuti che ne hanno bisogno”. Per Barra siamo di fronte ad una grave inadempienza delle Usl competenti.

,