Servizi

Croce Rossa: domani manifestazionme per nuovo Statuto

Da: “ANSA” – Roma, 4 ottobre 1996

“Non era mai successo al mondo che la Croce Rossa fosse obbligata a scendere in piazza per rivendicare il rispetto dei suoi principi fondamentali, calpestati nella prima Repubblica dal sistema partitocratico che ha inserito anche la Cri nella spartizione delle cariche”. Lo ha affermato, in un comunicato, l’ ispettore nazionale dei volontari del soccorso della Cri, Massimo Barra, ricordando che domani si svolgerà una manifestazione nazionale per il nuovo statuto.

“La Cri – ha detto – è l’ unica società di Croce Rossa al mondo dove non ci sono libere elezioni, ma nomine di provenienza governativa. Con questa manifestazione intendiamo illuminare con un fascio di luce le stanze buie del potere romano dove per anni ci si è presi beffa dei sentimenti di tanti cittadini che servono la Cri e ad essa credono”.

Nel comunicato si ricorda che era il 31 luglio del 1980 quando un decreto del presidente della Repubblica stabiliva in sei mesi il tempo di approvazione del nuovo statuto della Cri e che da allora è commissariata. “A distanza di 16 anni – continua il comunicato – l’ iter non si è ancora concluso con una situazione che espone l’ associazione al ridicolo anche a livello internazionale a dispetto della presenza al suo interno di una forza di volontariato che è all’ avanguardia nel mondo”.

,