Servizi

Con la Cri da febbraio In funzione la nuova unità d’emergenza

Da: “Il Tempo”: febbraio 1995

IL DOTTOR Massimo Barra, direttore della Fondazione “Villa Maraini”, da anni si occupa di tossicodipendenza. E la notizia che l’altra notte sono morti altri due ragazzi e che il “bollettino” è ormai da guerra lo addolora ma non lo stupisce troppo. “Gira eroina buonissima, cioè purissima, cioè pericolosissima” conferma.

E annuncia che dal prossimo primo febbraio, in collaborazione con la CRI, la Fondazione istituisce un’unità di emergenza in funzione 24 ore su 24 (dopo un periodo sperimentale iniziato ad agosto) che passerà per tutte le zone della città e sarà collegato via radio con il nuovo numero di telefono emergenza droga che sarˆ il 558.7777. Inoltre saranno distribuiti volantini di prevenzione con foto “reali”, scattate tutte negli istanti in cui un ragazzo viene soccorso in mezzo alla strada.

“Sono immagini dure, dunque reali – spiega Barra – Immagini che noi speriamo colpiscano nel seno giusto: quei ragazzi sono stati salvati da morte certa, ma quanti non possono essere soccorsi in tempo?”. Massimo Barra, alla fine dell’anno, aveva annunciato che il consumo e quindi i morti da overdose di eroina a Roma erano diminuiti.

E lo conferma ancora oggi: “E’ stata accertata una diminuzione del 10 per cento del consumo di eroina, i farmacisti hanno calcolato in un 10 per cento il calo di vendita di siringhe e la stessa Nettezza Urbana ha raccolto nel ’94 il 10 per cento in meno di siringhe abbandonate dopo l’uso. Sono convinto che questo 10 per cento di mercato sia stato sottratto dalla cocaina”.

Un’altra iniziativa di “Villa Maraini”: alle farmacie sarà consegnata la carta per avvolgere le siringhe e i medicinali acquistati dai tossicodipendenti con stampato a chiare lettere il numero di telefono dell’emergenza.

“Le farmacie sono da valorizzare nel loro ruolo perché sono il punto di contatto fra la società civile e il mondo della tossicodipendenza”.

,