Servizi

Stazione Termini: minacciati volontari antidroga da una sedicente “fratellanza ariana”

Da: “Paese Sera” Mercoledì 15 aprile 1992 ROMA

Una lettera minatoria, infarcita di espressioni truculente, è arrivata a Massimo Barra, direttore della fondazione Villa Maraini, che si occupa di recupero di tossicodipendenti. L’ ha spedita una sedicente organizzazione razzista, “fratellanza ariana armata”. A causare l’ira degli anonimi neo-nazisti è il camper che dal 25 marzo presidia la stazione Termini, offrendo assistenza a tutti coloro che si avvicinano.

Dice Massimo Barra: “Sedici anni di trincea a Villa Maraini ci avevano abituato a tutto.\r\n\r\nCiò non di meno alcune nottate a Termini sul camper antidroga della croce rossa ci hanno mostrato quella parte dell’iceberg della disperazione che non affiora nell’ottimismo di maniera delle comunità terapeutiche e nemmeno nel disfattismo dei servizi pubblici che, per scimmiottare i privati, si chiudono ai reali bisogni dei tossici. Duecento contatti in pochi giorni di attività, una fame di assistenza e di terapia evidentemente non ancora soddisfatta.

Il farmacista di fronte a noi che ci dice di vedere ogni notte dai cento ai centocinquanta drogati in cerca di siringhe e tutto intorno una umanità allo sbando e alla disperata ricerca di alternative. Ed ora le minacce. Fanatici nazisti o semplicemente mattacchioni, oppure chi non gradisce una presenza diversa in questa che sembra essere diventata la terra di nessuno, off limits per quanti non si rassegnano alla prepotenza e all’arroganza. Sabato scorso quaranta ragazzi di tutte le età sono saliti sul camper in cerca di aiuto.

Se anche la metà ha rinunciato ad un buco, c’e una perdita netta di un milione per quanti speculano sulla dipendenza altrui. E questa forse è una chiave, oltre quella pseudo politica dell’ ignoranza beota fatta fanatismo, per interpretare le minacce alla croce rossa e a Villa Maraini. Tempo fa in televisione all’ intervistatore che gli chiedeva chi fossero i cattivi Enzo Biagi rispose: I cattivi sono quelli che tolgono la speranza alla gente.

Io non so chi si nasconde vigliaccamente dietro la sigla anonima della fratellanza ariana armata ma a qualunque titolo parli, fosse anche per scherzo, appartiene a buon diritto alla categoria dei cattivi.”

,