Servizi

Prefazione al libro della Comunità …

… DI VILLA MARAINI
Da: Prefazione del dottor Massimo Barra al libro “COMUNITA’ TERAPEUTICA SEMIRESIDENZIALE” di Villa Maraini, del maggio 1997.

E’ stata anche nostra responsabilità se l’opinione pubblica pensa a Villa Maraini più come una struttura capace di “sporcarsi le mani” con le forme estreme e più sgradevoli della dipendenza che come luogo di completo affrancamento dalla droga e di redenzione. D’altronde era così stucchevole, mistificante e strumentale la pressione psicologica esercitata un po’ da tutti a favore delle comunità terapeutiche italiane come unica e salvifica oasi rispetto a tutti gli altri interventi, considerati impuri se non complici, che qualcuno doveva pure sacrificare parte della sua immagine per ristabilire un equilibrio: non è un delirio di onnipotenza se ci consideriamo se non profeti almeno “avanguardisti” avendo detto e scritto venti anni fa quello che adesso sembra entrato nell’accettazione piena della maggioranza degli addetti ai lavori.

Chi ci ha rimesso è stata la pubblicizzazione della nostra Comunità Terapeutica diurna, servizio ad alta soglia, formato da persone fortemente motivate a smettere con la droga e cambiare stile di vita. Qui anche noi ci proponiamo, e spesso ci riusciamo, di raggiungere il “prodotto finito”, assistendo ad incredibili metamorfosi che fanno tornare i diavoli gli angeli che erano prima. Come si fa, lo raccontano gli operatori di Vincenzo Barca nelle pagine che seguono. Per quanto emozioni ed impressioni inenarrabili possano essere riportate per iscritto.

,